Vorresti allargare la tua famiglia con un nuovo membro a quattro zampe? E’ una scelta difficile e da fare con consapevolezza, ma se vuoi adottare un cane ci sono molti aspetti positivi che potranno aiutarti a decidere. Vediamone qualcuno.

1. Adottare un cane fa bene ai bambini


  • Assicura una crescita stabile.
    Crescere con un animale in casa ha dei risvolti positivi sullo sviluppo affettivo del bambino, perché nel rapporto bambino-animale si sviluppano una serie di processi inconsci che influiscono sulla crescita del piccolo
  • Responsabilizza.
    Avere un cane per casa può diventare un modo intelligente per insegnare ai bambini il concetto di responsabilità del prossimo, utile per la vita adulta. Occuparsi di alcune mansioni della cura del cane come la somministrazione dei pasti, le uscite, la toelettatura e la pulizia degli oggetti del cane di casa infatti è una forma di cura del prossimo per nulla banale, un tesoro di insegnamento di vita che si porteranno dietro per sempre.
  • Rallegra i bimbi in periodi difficili.
    La bella simbiosi che si crea spesso tra bambini e cane è il segnale di un'amicizia che nasce. E anche di una buona dose di allegria che aiuta, per esempio, il figlio unico a superare i momenti di solitudine, oppure a divertirsi in un momento in cui l'amico del cuore l'ha fatto soffrire; il cane può essere un bel supporto per superare i momenti più fragili dell'infanzia e dell'adolescenza. La risata e l'allegria infatti sono sempre dietro l'angolo: le ricerche scientifiche hanno calcolato che già con mezz’ora di compagnia al giorno con un cane, l'umore non può far altro che migliorare.
  • Riduce il rischio di allergie.
    E’ dimostrato che i bambini che crescono con un cane hanno minore probabilità di diventare soggetti allergici
  • Abbassa il rischio di eczema infantile e riducono i sintomi dell’asma.
    Due ricerche in proposito, presentate dall'American College of Allergy, Asthma e Immunologia (ACAAI) durante il meeting annuale che si è tenuto a Boston, sostengono che il contatto con i cani in età infantile è in grado di proteggere dall’eczema e ridurre i sintomi dell’asma.
                                          

2. Fa bene alla salute

  • Può salvarti la vita. 
    Un cane è in grado di prevedere l’arrivo di una crisi epilettica e l’insorgere di un cancro, grazie al suo olfatto infallibile.
  • Mantiene in forma. 
    Chi ha un cane si tiene in forma, perchè è più propenso a fare attività fisica, anche solo per portare il cane a passeggio.
  • Fa bene al cuore. 
    Secondo una ricerca dell'American Heart Association, convivere con un animale domestico, in particolare un cane, significa avere anche un cuore più sano, oltre che più grande, metaforicamente parlando. Tra i benefici, l'associazione cita l'esercizio fisico "obbligatorio": i padroni dei 4 zampe camminano di più e più spesso e hanno il 54% in di più probabilità di raggiungere il livello raccomandato di attività fisica giornaliera. Non solo: hanno anche una pressione sanguigna e il colesterolo generalmente più bassi.
  • Aiuta ad alleviare la malattia. 
    La presenza di un cane accanto ad un malato allevia il dolore e permette di affrontare meglio la malattia, a volte addirittura garantendo la guarigione. La cosiddetta “pet therapy” è ormai una terapia riconosciuta ed applicata in molte strutture mediche. L’utilizzo degli animali domestici per la pet therapy è noto, come è noto che i cani possono essere addestrati per fornire aiuto a chi ha malattie gravi. Una ricerca pubblicata su Ethos – Journal of the society for psychological anthropology a marzo 2010 ha dimostrato, in particolare, come i cani aiutino i bambini affetti da autismo a comunicare e a interagire col mondo, migliorandone le capacità di socializzazione.
  • Combatte l’obesità.
    La compagnia di un cane aumenta la propensione del bambino a svolgere attività fisica giornaliera, rivelandosi di conseguenza un ottimo rimedio naturale al problema dell’obesità infantile.
  • Diagnosi precoce.
    I cani (se addestrati) hanno la capacità unica di individuare, attraverso l’olfatto, il cancro ai polmoni in fase iniziale. Lo afferma uno studio del 2011 pubblicato sull’European respiratory journal svolto su 220 volontari: i quattro zampe sono stati in grado di individuare la malattia nel 93 per cento dei casi, secondo rigidi protocolli di ricerca.



                                            

3. Adottare un cane ci rende migliori

  • Migliora i rapporti umani. 
    Avere un cane favorisce le relazioni sociali, migliora l’umore e di conseguenza il desiderio di stare insieme agli altri, oltre al fatto che ci costringe ad uscire ogni giorno per fare una passeggiata (e quindi incontrare nuove persone).
  • Insegna cos’è l’amore incondizionato. 
    Un cane ci ama sempre, anche se lo trattiamo male o se siamo arrabbiati, senza volere nulla in cambio: di quanti esseri umani si può dire lo stesso?
  • Migliora la qualità della vita. 
    Per tutti questi motivi appena elencati, in conclusione si può sostenere che… vivere insieme è meglio!
  • Non sarete mai soli. 
    Chi vive con un cane lo sa. Il nostro Fido non ci abbandonerà mai. Qualunque cosa facciamo, anche il cane vorrà farlo. Essi sono in genere animali sociali, che amano stare in compagnia. Uno studio del 2011 ha scoperto che chi vive con un cane è meno solo, meno depresso, generalmente più felice e aveva una maggiore autostima.
  • Ci solleva il morale. 
    Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Society & Animals le persone che hanno dei cani ridono di più. I ricercatori avevano chiesto agli intervistati di registrare quante volte scoppiavano a ridere durante la giornata, e ne è risultato che i proprietari di cani ridevano più frequentemente di chi aveva gatti o di coloro che non possedevano animali domestici.
  • Lunga vita e mente sana.
    Secondo una ricerca del 2009 della Human society of the United States, gli anziani che possiedono un cane o un gatto sono meno depressi e soffrono meno di solitudine. Anzi: l’amico a quattro zampe può aiutarli a ritrovare una ragione per vivere, migliorandone sensibilmente l’umore e le condizioni psicofisiche.
  • Salverete una vita. 
    In tutto il mondo, milioni di cani vengono soppressi nei canili perché non vengono adottati. Accoglierne uno nella propria casa equivale dunque a salvare una vita.

                                              

4. Fa lavorare meglio

Portare il proprio cane in ufficio produce enormi benefici: minor stress, maggior produttività, soddisfazione professionale e spirito di
collaborazione
.

  • Risvegliano la creatività. 
    Osservare il proprio cane mentre gioca, guardare come si fa prendere dal ritmo del gioco indisturbato dalle convenzioni, dal tempo, dalle regole o dalla appropriatezza dell'occasione libera la nostra creatività.
  • Distraggono e riportano alla concentrazione.
    Creano momenti di distrazione che rilassano e rimettono in equilibrio la mente, migliorano l’umore aumentando la produttività, eliminano la fissità del pensiero, favoriscono relazioni sincere incrementando il dialogo.
  • Creano legami tra colleghi.
    Gli amici a 4 zampe stimolano legami profondi e sinceri, liberi da maschere e ambiguità relazionali e fanno vivere momenti di serenità e gioia
  • Alleviano lo stress.
    Accarezzare un animale è di gran lunga uno dei gesti anti stress più potenti che ci siano: un momento di distrazione che rilassa e rimette in equilibrio la mente. 
  • Rilassano la muscolatura
    Il movimento che si fa con la mano per accarezzarli e con la testa e gli occhi per guardarli, aiuta ad interrompere gli spasmi della muscolatura striata che vengono provocati dall’ansia del risultato dai conflitti fra colleghi e dalle troppe ore in ufficio. 
  • Stimolano la concentrazione.
    La sua presenza fa riprendere il contatto con l’esterno: toglie dalla fissità del pensiero e permette di ‘staccare’ per ‘riattaccare’ con più forza. Evitando così di rimanere bloccati a fissare il pc senza pensare.
  • Le persone, specialmente quelle che vivono da sole, risolvono la ‘colpa’ di aver lasciato il migliore amico a casa da solo, con conseguente aumento della serenità.
  • Fanno apprezzare l'ambiente lavorativo.
    La sua presenza in ufficio crea nel proprietario un ancoraggio positivo verso il luogo di lavoro, che aumenta il suo piacere di recarsi e permanere in ufficio.
  • Diventano un punto di incontro e favorisce il dialogo.
    Uno dei problemi più grandi di questa epoca perennemente connessa, è il fatto che non ci si parla. Parlare genera idee, l’animale è un fattore che potenzia la relazione. Basta pensare quando incontriamo un estraneo con un bel cucciolo o un cane che ci piace. Attacchiamo discorso con più facilità. 
  • Rallegrano l'ambiente.
    Può migliorare l’umore delle persone e quindi l’atmosfera nel team e sul luogo di lavoro
  • Esclusività e avanguardia dell'azienda.
    L’azienda che permette la presenza dei 4 zampe, sale immediatamente nella stima dei suoi impiegati e diventa un luogo all’avanguardia nella cura dei dipendenti.

5. Quando adotti Salvi una vita!

Adottare un cane è un grande gesto di amore che, se affrontato con consapevolezza e responsabilità, dà espressione a quanto c’è di più nobile nell’anima di ciascuno. Ogni adozione dà avvio a una storia che è unica e ricca di commozione perché il cane è fantastico nel sorprenderci e nel superare ogni nostra aspettativa.

  • I canili sono pieni di cani GRATIS che aspettano il vero amore!
    Nei canili italiani e nei centri di accoglienza gestiti da associazioni non profit vi sono molti cani di ogni età e razza in attesa di una nuova famiglia: le loro storie sono diverse, più o meno intense, ma sono tutti animali attentamente monitorati, curati e pronti - anzi desiderosi! - all'incontro con una nuova famiglia. Se stai cercando un cane da adottare, pensa allora anche all'opportunità di trovare un nuovo inseparabile amico proprio in queste strutture.
  • I cani del canile vi saranno eternamente grati.
    Se temi che un cane adulto proveniente dal canile per via del suo passato non sappia affezionarsi quanto un cucciolo alla tua famiglia, sappi che è vero il contrario: molte famiglie hanno adottato cani adulti che provenivano da altre famiglie e hanno ricevuto in cambio grandi prove di affetto e devozione. Dopo un primo periodo di inserimento nella vita familiare infatti, il cane adulto saprà ricompensare i suoi padroni con tanta dolcezza, proprio come se fosse sempre stato con te!
  • Al canile troverai moltissimi cani di tutte le età, meticci o di razza, giovani o anziani, ma sempre pieni di amore!
    La scelta di adottare un cane del canile costituisce senza dubbio un gesto di civiltà. Prima di acquistare un cane, infatti, perché non rivolgersi ad un canile, dove tanti cani abbandonati e soli aspettano un nuovo padrone? Al canile si possono trovare cani di tutte le età e di tutte le dimensioni. Se si desidera veramente un cane, non è necessario che sia di razza: un meticcio può essere un vero amico, capace di dare moltissimo senza chiedere niente di speciale in cambio, se non il vostro amore e il vostro rispetto.
    Se adotterete un cane dal canile, non ve ne pentirete, un cane abbandonato ha un'immensa capacità di amare, semplicemente perché ha sofferto molto e per lui la cosa più importante è compiacere il nuovo proprietario per non essere nuovamente abbandonato.
  • Un cane adulto è meno impegnativo di un cucciolo.
    I cuccioli sono irresistibili con quelle zampotte scoordinate e gli occhioni dolci. Ma sono anche estremamente impegnativi: piangono e ci fanno fare le notti in bianco proprio come i neonati; devono ancora imparare a trattenere i bisognini fino a quando li portiamo fuori e gli incidenti con pipì e pupù sono all’ordine del giorno; sono giovani ed energici ma ancora indisciplinati, quindi corrono, saltano, rotolano, rosicchiano e distruggono. Perché non facilitarci la vita adottando un cane già grandicello? Un cane di 8 mesi – 1 anno è ancora un cucciolone nel cuore ma saprà già andare al guinzaglio, sarà molto ubbidiente e non farà grossi pasticci in casa. Grandissimi applausi poi a chi si porta a casa un vecchietto con un’adozione del cuore.
  • Adotta col cuore, adotta un anziano.
    Molto spesso, chi entra in canile in cerca di un cane da adottare, chiede se ci sono dei cuccioli. I volontari si trovano spesso di fronte a domande e richieste come questa.
    Quello che le persone non sanno e che, giustamente non possono sapere, sono le storie che si celano dietro ai cani più “anzianotti”. Adottare un cane non più giovanissimo è davvero un gesto pieno d’amore, che presuppone una grandissima dose di altruismo in quanto non pensi a te stesso ma a quello che puoi regalare ad un cane per il tempo che gli rimane. Ci sono tanti “vecchietti” che sono in gamba, capaci di donare emozioni inaspettate e riempirti il cuore di gioia. Sapere che ti dovrai separare dal tuo amico a 4 zampe non è facile, anzi, ma pensare che puoi essere la differenza anche solo per un cane, che gli potresti dare un mondo diverso è meraviglioso. Soffermatevi a riflettere prima di entrare in canile, non solo a voi stessi e a quello che volete, perché adottare non significa solo “avere un cane” ma anche “un cane che ha te”. E’ un rapporto, un legame speciale, unico, che si crea e si può creare anche con chi ha qualche annetto in più sulle zampe. E chiedete le loro storie, ce ne sono tante nascoste dietro tutti quei cani troppo spesso invisibili.



Adotta Me